Lucca

Lucca Summer Festival 2014 a rischio?

L’interrogativo è inquietante, e riguarda la manifestazione clou dell’estate lucchese, nonché l’evento tra i più importanti dell’anno e quello con maggior respiro internazionale che la città abbia mai avuto. Si tratta del «Summer Festival». Che quest’anno sta vivendo un momento di incertezza, tanto che c’è chi si azzarda a prevedere varie ipotesi, tra cui quella di cui nessuno vuole nemmeno sentir parlare: lo stop di un anno. Pura fantasia o realtà? Si tratta dell’ennesimo al lupo al lupo, considerato che in passato ci sono state altri simili allarmi, poi puntualmente rientrati? Impossibile sapere con esattezza, ma che ci sia qualcosa che non va è sotto gli occhi di tutti. Che sta succedendo, dunque? Innanzitutto che non c’è ancora una data certa per il prossimo luglio mentre l’anno scorso, in questo periodo, erano in prevendita i biglietti per 4 o 5 concerti (con un totale che a gennaio 2013 era già di 10mila ticket acquistati).

E non si tratterebbe, come si diceva fino a qualche settimana fa, esclusivamente delle difficoltà di una prossima stagione che non vedrebbe grandi star calcare i palcoscenici, forse anche a causa della crisi economica. Uno dei problemi principali starebbe nei rapporti tra il promoter Mimmo D’Alessandro e le istituzioni, Comune compreso.

O meglio, per essere più precisi... dei non rapporti. Impegnatissimo in giro per l’Italia per una serie di concerti sold out di Violetta, nuovo fenomeno targato Disney Channel, il promoter della manifestazione nei giorni scorsi aveva dichiarato al nostro giornale che presto volerà a Los Angeles per trovare contatti e artisti. Ma tra domenica e ieri La Nazione, saputo di questi nuovi rumors sulle incertezze per il futuro, ha provato a ricontattarlo. Senza ricevere risposta. Strano. Perché di solito l’ideatore e produttore del Summer è sempre disponibile. Un mistero, dunque. Tuttavia basta andare sul sito della rassegna (www.summerfestival.com) per capire che tutto è inspiegabilmente fermo: «nuovo calendario 2014 presto on line», si legge.

E niente altro. Che sta succedendo, quindi? Intanto, nonostante l’amministrazione Tambellini abbia avuto il grande merito di tagliare un traguardo che le precedenti giunte non erano riuscite a raggiungere (la stipula cioè di un contratto pluriennale da qui al 2017, che lega il Summer a Lucca per un lungo periodo senza dover ridiscutere ogni volta tutto) c’è da registrare il fatto che, nonostante siano insediati da alcuni mesi, né l’assessore al turismo Massimo Tuccori né l’assessore alla cultura, Aldo Fratello, hanno mai convocato D’Alessandro per un incontro ufficiale nel quale stabilire il modus operandi per la prossima estate.

Inoltre è stato notato dai più che proprio in queste settimane, alla «D’Alessandro & Galli» è stato tolto l’utilizzo dei locali dell’ex farmacia comunale (di fianco al Teatro del Giglio) ora occupati dalla «Casa città», che l’amministrazione ha voluto aprire in vista della redazione del nuovo piano strutturale di Lucca. Ma i problemi non finiscono qui, o meglio non sarebbero solo questi. Sempre stando a quanto ricostruito dal nostro giornale nelle ultime ore, potrebbe essere cresciuta nella macchina organizzativa del Summer Festival, la sensazione di essere un ospite non poi così gradito a Lucca. A quanto sembra di capire, tuttavia, saranno proprio sia il viaggio a Los Angeles che le mosse degli enti pubblici nelle prossime settimane e far decidere una volta per tutte il destino della rassegna internazionale.

Soprattutto per capire le intenzioni della città nei confronti di un evento che ha sempre attirato migliaia e migliaia di spettatori. Quella che dovrebbe tenersi a luglio, sarebbe l’edizione numero 17. Anche se non c’è da essere superstiziosi, la coincidenza è singolare...

Stupro a Lucca. Mistero.

È accusato di violenza sessuale nei confronti di una studentessa di 19 anni che avrebbe condotto in un vecchio edificio abbandonato con la scusa di parlarle e invece avrebbe abusato di lei costringendola a un rapporto completo. La ragazza, dopo un iniziale smarrimento e uno stato di choc, ha raccontato tutto alla mamma e ad alcune amiche per poi presentarsi in questura dove è stata presa a sommarie informazioni e con le lacrime agli occhi ha descritto ogni istante di quell’incubo. Sostiene di aver conosciuto quel giovane disoccupato attraverso amici comuni. Di aver avuto un appuntamento nel gennaio del 2012 e di essere arrivata in centro storico con una navetta. Il ragazzo più grande di lei di due anni era lì ad aspettarla.

L’ha condotta in un capannone abbandonato in periferia con la scusa di parlare. Invece una volta soli ha scatenato i suoi istinti peggiori e, contro la sua volontà, le ha tolto i jeans e l’ha costretta a subire un rapporto sessuale completo. Il giovane immigrato, indagato dalla procura per violenza sessuale, nega ogni addebito. Sostiene di non aver mai avuto l’occasione di restare solo con quella studentessa che ritiene essersi inventata tutto. Il suo legale ha ricevuto l’avviso di conclusione delle indagini e adesso ci sono venti giorni di tempo per presentare memorie difensive o farsi interrogare prima che la procura chieda il rinvio a giudizio.

Nessun esponente del Centrodestra alla Luminara

Una processione lunga, lunghissima, in una cornice di pubblico meno folta che in passato. Colpa anche delle tre ore di corteo, intervallato da lunghe pause, che hanno caratterizzato ieri sera la tradizionale Luminara.

Una festa che ha riservato anche il «giallo» delle assenze pressoché totali dei consiglieri comunali dell'opposizione di centrodestra. Dietro al sindaco Tambellini e ai membri della maggioranza di Palazzo Orsetti, si è notato infatti soltanto Luca Leone. Nessun esponente del Pdl e delle liste ricollocabili alla stessa area: interpellati, hanno parlato di «casualità». Ma è difficile crederci, probabilmente il blitz compatto è stato studiato per qualche motivo che forse si conoscerà oggi. Del resto in qualche modo anche lo scorso anno c'erano state delle schermaglie: l'allora opposizione di centrosinistra aveva comunque partecipato al corteo, ma a distanza dalla giunta Favilla, per rimarcare la «differenza» vista la concomitanza con l'inchiesta giudiziaria che aveva portato anche ad alcuni arresti.

Matteo Renzi a Lucca Sabato 15 Settembre

La voce circolava da qualche giorno, ma ora è ufficiale. Matteo Renzi ha scelto Lucca come prima tappa toscana della sua campagna per le primarie del centrosinistra. Il sindaco di Firenze sarà infatti in città il 15 settembre alle 18,30 Caffè delle Mura. A confermare l'evento, annunciandolo su Facebook, sono i comitati di sostegno al giovane rottamatore. L'incontro comizio si terrà nel giardino del noto locale, con una capienza complessiva prevista di circa mille posti. Tanti, ma considerando la folla che Renzi richiama ad ogni appuntamento in giro per l'Italia, qualcuno rischierà di rimanere fuori. E sarà curioso di vedere chi ci sarà ad applaudire il candidato alla premiership, che i sondaggi danno in volo rispetto agli avversari. Del resto anche nella nostra provincia il Pd è nettamente diviso tra renziani e bersaniani.

Ad esempio sostengono la candidatura di Renzi personaggi come il senatore Andrea Marcucci, il presidente di Palazzo Ducale Stefano Baccelli e il sindaco di Porcari Alberto Baccini, mentre sono schierati con Bersani il sindaco di Lucca Alessandro Tambellini e il sindaco di Capannori, Giorgio Del Ghingaro. Tuttavia anche molti esponenti di centrodestra guardano con interesse a Renzi: tra questi il sindaco di Altopascio nonché consigliere provinciale del Pdl, Maurizio Marchetti, e l'ex pidiellino Luca Leone che, alle recenti elezioni amministrative, ha scelto di correre da solo alla carica di sindaco. Altri sono più coperti e non si sbilanciano, ma senz'altro non mancheranno sorprese tra il pubblico che accorrerà numeroso al Caffè delle Mura.

Santa Croce a Lucca: tutte le foto

Lucca Santa Croce

Ci siamo. Il giorno della festa più attesa dai lucchesi è arrivato. Questa sera alle 20 prenderà il via la processione per la festa della Santa Croce. Ad aprire lo “sfilamento” della parte religiosa sarà lo stendardo del Volto Santo.

Leggi tutto: Santa Croce a Lucca: tutte le foto

Informazioni aggiuntive